bloccataneisuoisogni
Sai cos’ho capito? Che non basta un ‘addio’ per abbandonare una persona. Non basta cancellare le foto, il suo numero, i suoi messaggi per dimenticare quello che avete passato. Che andare avanti fingendo un sorriso non vi farà stare meglio. E che il dolore, la sua assenza, il bisogno di avere l’altra persona con voi, sarà sempre lì. E ritornerà a tormentarvi.
bloccataneisuoisogni. (via bloccataneisuoisogni)
inchiostrosullacartaesullapelle
Non scrivevo di noi da un po’,
me ne rendo conto adesso.
Avevo smesso di sporcarmi le mani
di inchiostro che parla di noi.
Ma stasera mi torni in mente,
con una forza che…
Dio, o scrivo o ti sogno.
O impazzisco.
E forse mi sei venuta in mente perché ho visto il mare illuminarsi dal sole.
Ed ho visto gente tenersi per mano.
Ed ho riso sempre più forte.
Ed ho urlato.
Ed ho mangiato.
E sono tornata a casa ed ho lasciato il tutto fuori l’ingresso.
E c’era silenzio.
E il silenzio fu interrotto dalla nostra canzone
e la tua risata
e tu che mi tieni per mano
e tu che mi sorridi
e tu che corri ad abbracciarmi.
Ed i ricordi mi hanno massacrata.
E la canzone è finita.
Ed è scesa la notte.
Ed il mare non era illuminato.
E tu non c’eri.
E tu non ci sei mai.
Ma me l’hai promesso.
«Prima o poi ti porto via io».
Ed io chi aspetto.
Il pavimento ghiacciato.
Il silenzio.
E tu che non arrivi.
inchiostrosullacartaesullapelle (via inchiostrosullacartaesullapelle)